29 luglio 2012

Il mare

Vado al mare. E il mare nuota tra gli abbracci che non finiscono mai. Ondeggia tra gli addii e scioglie le parole, le strappa via da quei miraggi che all’orizzonte bruciano il passato come fiammelle di calore immaginario…

Il mare è candeggina per l’anima che sa annusare. Ne buca i vestiti, li consuma. Mangia le fibre dei rimorsi e ingrossa, con la Luna, i pensieri di oggi e di ieri. Mette a nudo la sostanza della vita: muoversi o affogare. 

Il mare è sale per la vita che sa gustare. Conserva il filo dei ricordi come la cima d’attracco di una nave. Il mare è il molo, è il polo, è il solo motivo per cui agosto è tutto l’anno: un anno di noi. 

Vado al mare. Ritorno tra 15 giorni. E anche il mare tornerà con me.


5 commenti:

Anonimo ha detto...

La spiaggia.... La sabbia tra le mani... Il sorriso aperto verso un gabbiano....
Restare seduti ore ed ore, sospesi, a gambe incrociate... In attesa che la
VITA ritorni, che il sorriso ritorni....

Lo sforzo per affrontare i giorni difficili..
Il mare ...solo il mare....

Mosto selvatico

icalamari ha detto...

Buona vacanza e buon mare,
Francesca

Anonimo ha detto...

Anch'io mi unisco agli auguri di buon mare per chi ci va, ed anche per chi non ci va...che sia mare vero o mare immaginato, spero che ognuno trovi l'onda giusta e la marea ideale per restare a galla e trovare infine il proprio approdo.
Ciao.
Max.

Anonimo ha detto...

Ciao Max!
L'immensità del mare ti dona quella calma che serve per vedere le cose sotto una luce diversa, finalmente!

Raccolgo gli auguri di buon mare e auguro anche a te di trovare l'onda giusta che ti possa condurre verso un approdo "sentito"!

Ciao,
Mosto selvatico

Anonimo ha detto...

Ciao Mosto Selvatico (prima o poi capirò qual è il nome e qual è il cognome).
Io sarò al mare dal 9 di agosto!
Max