13 aprile 2014

Tuttadritta 2014

La Tuttadritta piace. Ti invita. Ti sfida nella sua debolissima discesa di 10 metri in 10000 metri. Non ti lascia in una selva oscura. Alla partenza, nel mezzo del cammino ed all'arrivo, la dritta via non puoi smarrire. Da Piazza San Carlo a Stupinigi a tutta birra senza mettere una freccia. "Go straight on" in inglese. 

La Tuttadritta è audace. Provoca l'automobilista. Ecco perché mi piace. Lo taglia in due dalla rabbia. Lo ghettizza. E' il muro alzato dalla massa muscolare di Torino che si muove da nord a sud, dopo tanti decenni contrari. L'automobilista deve rassegnarsi ed aspettare, oppure correre anche lui.

La Tuttadritta è cartoon. Svicolone, Ernesto Sparalesto e l'Orso Yoghi. Li ho visti correre. Anzi, li ho corsi. Ero nella loro pelle e ci ridevo. La dritta e la mancina del grande battello umanizzato in rotta verso il mare. Lupo de Lupis alla partenza tanto buonina e Magilla Lilla sul finale, scivolato sulla buccia di banana...

Che spettacolo. Buttarsi sull'erba fresca dell'arrivo dopo un'ora di saluti e di sorrisi, di mini porzioni di cioccolato fondente e alla nocciola, di straccetti di pandoro e tanto buon magnesio per tutti. Tutti i cinquemilacinquecento cuori in movimento. Baci e candeline. Atmosfera magicamente creata dai mattoni, dalla terra e dalle meraviglie della residenza sabauda sullo sfondo. 

Quanti nomi! Solo della Podistica Torino, centottantasei! Ne saluto uno per tutti, Luca. Corriamo insieme gli ultimi tre chilometri e poi, nella speranza di fermare il cronometro ufficiale che sovrasta l'arrivo entro i quaranta minuti esatti... sfogo la mia energia. Lo sorpasso ad occhi chiusi, sognante, senza sapere che quel beep avrebbe congelato la mia anima sul tempo ufficiale di 40 minuti ed 1 secondo! Non doveva andare così ;-). Il Paradiso può attendere... Ridatemi il mio corpo!

Postilla di lunedì 14 aprile, dopo la pubblicazione della Classifica:
Real Time=39:48" ... Toc Toc... il Paradiso? C'è nessuno?


Arrivo della Tuttadritta nel centro del semicerchio verde!

P.S.: Raffaele, oltre ad essere stato più veloce di me, come Gianni, ha messo la sua arte in questo meraviglioso "casatiello"... Una fetta di paradiso anche questa! 


Raffaele's creation
P.P.S.: Vito, la barra di metallo in testa poteva costarti caro! La tua chioma ti ha salvato, oltre al casatiello. Max, la prossima volta ci fermiamo sulla fetta piccante ad osservare il mondo... ok?

12 commenti:

Marco Bracotto ha detto...

Ciao Mariano... Accidenti, maledetto beffardo secondo, un mattoncino che a rimuoverlo fa crollare un muro intero.... e che muro!!! Mi sento un po' in colpa perché forse lo hai perso con me in via Sacchi, ma ti ringrazio perché è stato un piacere correre con te quei 200mt.... Hai ragione, vedere gli automobilisti imbufaliti ed impotenti è una sensazione che da sola vale il prezzo del biglietto. Ciao e alla prossima. Marco

marianorun ha detto...

Grazie Marco! Anzi, scusa se ti ho salutato e basta.
Mi consolo pensando al real time: 39:48". La mia anima s'è salvata comunque...
PS: Se continui così, presto si invertiranno le nostre posizioni... A presto!

Anonimo ha detto...

Ok Mariano, la prossima ci fermiamo .....mi hai convinto in fretta!
Max

andr99 ha detto...

Guarda oggi la classifica Sdam: hanno tolto 2 secondi al tempo di ieri!!!!!! 39:59 fa un effetto decisamente diverso, COMPLIMENTI!!!!

Alain Guidetti ha detto...

Ciao Mariano, ho notato con piacere che il tuo ginocchio è tornato in piena funzione...e anche che il tuo passo è decisamente più spedito rispetto alla corsa dei "criceti". Presto mi darai del filo da torcere, dovrò preparare con cura le gare nel torinese!

marianorun ha detto...

Che notizia!!! Allora non è stato un sogno, ma un bello scherzo!
Da fancazzista evolutivo avevo quel secondo in obbiettivo!
Grazie Andrea!

marianorun ha detto...

Alain, quando hai attivato il turbo sei scomparso dai miei occhi, altro che filo da torcere... Solo una fune da traino potrebbe farmi avvicinare ancora un pochino (alla tua marmitta eheh)... Bravo!

marianorun ha detto...

Affare fatto, Max. Avvisiamo già Raffaele?

Fausto di Bio Correndo ha detto...

Bene, il guaio è alle spalle e la tua vena da blogger l'esternata nel migliore dei modi!

Enrico Franconi ha detto...

Gran bella gara! Veramente una corsa per tutti. Ma il tempo... grande Mariano!

marianorun ha detto...

Anche i guai bisogna seminarli. Anche se poi si rischiano intere piantagioni di acciacchi a cui badare negli anni a venire... :-)

marianorun ha detto...

Grazie Enrico, una corsa per tutti, esatto. Il tempo? Alla fine, s'è messo sul bello!
;-)